Sior Todero Brontolon o sia Il vecchio fastidioso

commedia in due atti di Carlo Goldoni

Traduzione e adattamento dal testo in dialetto veneziano  

Mariateresa Crippa

Alfredo Vassena

La vicenda di questa commedia è ambientata a Venezia nella casa di Todero, un vecchio avaro e brontolone, che vuole avere tutti al proprio servizio, sentendosi padrone incontrastato e indiscusso della famiglia e di tutti coloro che in un modo o nell’altro sono o saranno legati ad essa.

Egli, per risparmiare la dote, osteggia il matrimonio della nipote Zanetta con Meneghetto e da qui nasceranno tutta una serie di intrighi e schermaglie che si concluderanno nel colpo di scena finale.

La prima rappresentazione del lavoro avvenne al Teatro San Luca di Venezia nel gennaio del 1762 a cui seguirono varie repliche, mentre la prima pubblicazione avvenne nel 1774.

Ancora oggi è una delle commedie goldoniane più note e fortunate tanto da essere avvicinata all’opera del grande Molière.

I personaggi della commedia appartengono al modo piccolo borghese veneziano che ha diviso il mondo in due categorie: chi possiede la roba e chi no e che sta per essere spazzato via dalle nuove idee illuministiche che cambieranno il volto della storia.

Personaggi

 

Todero mercante vecchio

Alfredo Vassena

Pellegrin figliuolo di Todero

Pippo Bressanelli

Marcolina moglie di Pellegrin

Chiara Tavola

Zanetta figlia di Pellegrin e di Marcolina

Giuditta Brambilla

Desiderio agente di Todero

Armando Panzeri

Nicoletto figliuolo di Desiderio

Andrea Granata

Cecilia cameriera di Marcolina

Chiara Bellingardi

Fortunata vedova

Nadia Paggi

Meneghetto cugino di Fortunata

Andrea Gandolfi

Gregoria cameriera

Stefania Aldè

PAsqual facchino

Battista Previtali

 

 

Aiutanti di scena

 

Maria Teresa Crippa

Ottavio Mangola

 

 

Regia

Aurelio Ballerini

 

Allegati:
Scarica questo file (Sior_Todero_2009_2010.gif)Sior Todero[locandina]44 kB